Benvenuti nel sito della
Famiglia Cooperativa di Malé!

Per INFO Tel. 0463-901325

Storia
Prodotti Qualità Famiglia CooperativaProdotti Qualità Famiglia Cooperativa

Storia

La storia della Famiglia Cooperativa di Malé

Cenni storici  della Famiglia Cooperativa di Malé:

Data costituzione : 11/06/1922  I soci fondatori  furono 25  ed il primo CDA fu così composto:
Luigi Angeli di Croviana - presidente
Giuseppe Endrizzi   di Malè - vicepresidente
Battista Albasini di Carciato - consigliere
Fedele Marinelli di Malè - consigliere
Livio Girardi di Malè - consigliere
Carlo Taddei di Croviana - consigliere
Pietro Zanon di Malè - consigliere

Tra i primi soci 8 erano di Malé , 4 di Dimaro-Carciato e ben 13 di Croviana a testimonianza del fatto che un forte impulso a costituire la famiglia cooperativa venne da Luigi Angeli di Croviana
La famiglia cooperativa di Malè venne iscritta al tribunale di Trento in data 13/07/1922 come consorzio economico a garanzia limitata con sede in Malè Piazza Dante 30.
La quota sociale fu di 25 lire
1922. Il primo agosto inizia l’attività di vendita con l’apertura della sede in Piazza Dante 30 nei locali presi in affitto a piano terra di casa de Bevilacqua.
1924 La famiglia cooperativa viene iscritta alla federazione dei consorzi cooperativi di Trento.
1933. Il 31 marzo viene aperto il negozio di Dimaro in affitto da privati.
1941. Il primo settembre l’offerta commerciale della famiglia cooperativa viene estesa anche a Magras con l’apertura di uno spaccio.
1951 La coop opera il primo acquisto di un immobile in piazza Giovanni Costanzi a Malè ed adattato a magazzino.
1962. La sede di Malè si trasferisce da casa de Bevilacqua nell’attigua casa Citroni .
1969 Viene acquistata l’area di 2257 mq per 1 milione di lire per la costruzione del supermercato.
1972 Iniziano i lavori da parte dell’impresa Citroni di Malè
1973. Il 19 aprile viene inaugurato il negozio in Via Iv Novembre, che è anche la sede attuale della coop.
1979. Dopo la sede di Male la famiglia cooperativa continua gli investimenti realizzando il nuovo negozio a Dimaro che viene inaugurato 31 marzo.
1982. Il primo agosto viene aperto in Piazza Regina Elena a Malè in accordo con i caseifici sociali del Trentino un spaccio denominato “Formaggi trentini” in un locale acquisito in proprietà.
1985. Viene ampliata la sede di Malè con la realizzazione del magazzino all’ingrosso nel piano interrato con parcheggi sovrastanti sul lato del comprensorio. Per far fronte alle spese viene venduto l’immobile sede dello spaccio Formaggi trentini, punto vendita che risultando in grave passività ne è stata decisa la chiusura .
1987. A Dimaro viene acquistato dai privati parte dell’immobile adiacente la sede per consentirne un ampliamento.
1987. Il 15 ottobre viene aperto il nuovo punto vendita di Monclassico nei locali presi in affitto.
1995. Viene aperto presso il piano interrato della sede di Malè il nuovo discount Eurospin.
2005. La sede di Malè è nuovamente oggetto di un importante intervento di ristrutturazione ed ampliamento.
 Nel corso dei 90 anni di vita sono stati numerosi i presidenti che si sono succeduti alla guida della cooperativa.
Presidenti
Luigi Angeli
Agostino Stanchina
Andrea Mattarei
Dario Albasini
Cesare Ceschi
Giordano Cunaccia
Albino Mochen
Carlo Ramponi
Udalrico Fantelli
Ivaldo Angeli
Adriano Dalpez
Lino Michelotti
Romedio Menghini
Direttori:
Camillo Penasa
Giacomo Inama
Fulvio Benedetti
Serafino Dallago
Pietro Mengon
Angelo Ferrazza
Soci. Nel 1922, anno della costituzione, i soci sono saliti dai 25 fondatori del 11 giugno 22 ai 65 di fine anno .La compagine sociale si è quindi gradualmente incrementata fino a raggiungere quota 100 nel 29. Negli anni successivi, la forte crisi economica in atto portò ad una recessione. Per qualche anno non solo non vi furono nuovi associati ma numerosi furono i soci che avendo bisogno di liquidità furono costretti a chiedere il rimborso della quota sociale uscendo così dalla cooperativa. Il calo dei soci giunse a 80 nel 37 anno dal quale iniziò una lenta ripresa. Nel 41 erano 99. Un forte incremento si ebbe al termine della guerra . nel 47 i soci erano 183. Nel 1960 la compagine arrivò a 210, , nel 83 i soci erano 300, 356 nel 2000, 640 nel 210. In questi ultimi anni l’incremento di soci è stato molto significativo, che porta attualmente la compagine sociale a 817 soci.

Andando a spulciare tra i libri sociali nei quali sono racchiusi i 90 anni di vita della nostra cooperativa diversi sono gli aspetti che mi hanno colpito e che qui voglio riportare alla vostra attenzione. L’impronta che il ventennio fascista ha fissato anche nel mondo cooperativo trentino imponendo di fatto l’iscrizione al Partito Nazionale Fascista dei dipendenti e amministratori delle coop, come è chiaramente riportato nei documenti dell’epoca, è solo uno degli aspetti.
La famiglia cooperativa oltre alla principale mission di garantire all’utenza la disponibilità di acquisto delle diverse merceologie di prodotti a prezzi agevolati, va ricordata per l’importante ruolo sociale che la stessa ha svolto nel corso di questi 90 anni, mediante l’apertura al credito, condizione che consentì alle famiglie di superare i difficili momenti dovuti alle crisi economiche post belliche svolgendo un importante azione di ammortizzatore sociale.
Si riporta a riguardo un passaggio del verbale dei revisori dei conti al bilancio 1948: …” Rileviamo che l’andamento dell’istituzione va sempre migliorando e di ciò ne va data lode al personale dipendente ed in ispecie al direttore che con scrupolosità ed interesse dirige l’azienda. Osserviamo che lo sconto sugli acquisti da parte dei soci quest’anno si è dovuto limitare al 4% per sanare parzialmente i lavori di miglioramento effettuati negli spacci di Dimaro e Magras. “ Firmato Scipione Angeli di Croviana e Candido Battaiola di Malè.
La cooperativa nel corso degli anni ha dovuto adeguarsi a superare le contingenze del momento, non senza difficoltà . Nella relazione al bilancio del 1949 gli stessi revisori evidenziavano come “ a fronte del rilevante andamento degli affari ( vendite), l’aumento eccessivo delle tasse, affitti ,ecc. e la incalzante concorrenza hanno indotto a ridurre ulteriormente lo sconto sugli acquisti ai soci dal 4 al 2 %.” I revisori evidenziarono inoltre che “ E’ stato rilevato che sono troppi i soci che abusando del credito che fa la Cooperativa, ne protraggono il saldo oltre le normali scadenze, aggravando così le già oberate voci del passivo. Si raccomanda perciò ai soci morosi di voler al più presto mettersi in regola”, invitando inoltre il direttore ad una attenta verifica nella concessione dei crediti . La situazione creditoria in realtà non ha mai influito incisivamente sull’andamento della società proprio grazie all’attenzione e rigore che gli amministratori della cooperativa hanno posto in essere. Altro esempio della correttezza nell’azione amministrativa è rappresentato dal fatto che ha visto protagonista Artemio Tamè di Croviana. Nipote del primo presidente Luigi Angeli e figlio di Giacomo Tamè, altro socio fondatore, venne assunto presso la famiglia cooperativa nel 43 e nel 46 fu licenziato per conflitto d’interesse in quanto avviò un’attività commerciale in concorrenza a Croviana. “ Hanno fatto bene” è stato il pensiero dell’interessato ricordando la storia della coop.
Questo è ciò che mi ha colpito e tale agire conferma da un lato l’importante azione di vera mutualità in pieno spirito cooperativistico esercitata dalla famiglia cooperativa a servizio dei propri soci, e contestualmente la precisione ed il rigore adottati dagli amministratori nella gestione della società. Va dato merito a tutti quanti hanno operato consentendo alla nostra cooperativa negli oltre 90 anni di vita di crescere, auspicando che tale spirito animi anche i futuri amministratori e soci.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più

OK

Informazioni sui Cookie

Cookie per Pubblicità

Questi Cookie sono necessari ai servizi di Pubblicità, descritti nella rispettiva sezione, per funzionare.
Google AdSense Cookie

Cookie per Statistica

Questi Cookie sono necessari ai servizi di Statistica, descritti nella rispettiva sezione, per funzionare.
Google Analytics Cookie.

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Leggi l'informativa completa.